oria milano

The King’s Singers coro a cappella

 






Acclamati per la loro virtuosità vitalissima e lo charme irresistibile, i King’s Singers sono richiestissimi ovunque. La loro attività – ormai sinonimo della miglior qualità come complesso vocale  – richiama un enorme pubblico in tutto il mondo.

I King’s Singers si esibiscono in più di 120 concerti ogni anno, con regolari tournées in Europa, Stati Uniti , Asia e Oriente.  Sono apprezzati per la loro eccelsa qualità musicale e per la loro grande capacità di intrattenimento : esibizioni di gran classe con un delizioso senso dell'umorismo britannico . La generosità del loro spirito e la magica abilità nel coinvolgere il pubblico sono rimasti invariati sin dalla fondazione del gruppo avvenuta nel 1968.


Nel corso della loro lunga attività i King's Singers hanno eseguito per la prima volta più di 200 nuove composizioni di autori di grande prestigio quali Luciano Berio, György Ligeti, James MacMillan, Krzysztof Penderecki, Toru Takemitsu, John Tavener ed Eric Whitacre, ed hanno commissionato entusiasmanti arrangiamenti di pezzi di generi musicali anche molto diversi, dal jazz al pop .

Oltre ad esibirsi per grandi pubblici e registrare dischi di grande successo,  King’s Singers  condividono la loro arte con numerosi workshops e masterclasses in tutto il mondo .

Il gruppo tiene anche una Scuola Estiva biennale  al Royal Holloway , che fa parte dell’Università di Londra, di cui sono anche Ensemble in Residence. La King’s Singers Foundation sostiene fra l’altro anche il Concorso di Composizione “ A Carol for Christmas” che si prefigge di incoraggiare giovani compositori emergenti, dando ai vincitori la possibilità di far eseguire le loro opere dalla King’s College Chapel  a Cambridge, UK.


I King’s Singers hanno ricevuto due volte il Premio Grammy®, nel 2009 per il loro cd Signum Classics "Simple Gifts" e nel 2012 per la loro partecipazione al disco di Eric Whitacre "Light & Gold" per Decca. Il loro inserimento nella "Hall of Fame" della rivista Gramophone, che li ha premiati per la loro unica straordinaria discografia di oltre 150 albums, insieme ad una serie di recensioni eccezionali e una lunga serie di concerti col “tutto esaurito” confermano che i King’s Singers rimangono uno dei migliori complessi vocali al mondo.

I King's Singers cantano da molti anni in tutte le più importanti sale italiane con immutato successo e con ripetute presenze nel nostro paese anche nel corso di una stessa stagione.



Notizie recenti, blog audio e video, Tweets e You Tube sono rintracciabili nel sito www.kinssingers.com .

Facebook: King’s SingersTwitter: @kingssingersSpotify : The King’s Singers

YouTube: kingssingersvideos    Soundcloud: The King’s Singers


2016


PREALPINA 29 Gennaio 2017

King’s Singers sempre grandi

Trai 20 brani “Nel blu dipinto di blu”

C’era un Salone Estense di Varese gremito ad accogliere, venerdì sera, i nuovi King’s Singers.

Quasi due ore di musica, compresi due bis, per un concerto di alta classe, una lezione di stile e tecnica..............................

Il sestetto vocale inglese da sempre si muove attraverso un repertorio enorme, .......- “Cartoline dal mondo” - era come un cappello magico da cui estrarre tutto, dai madrigali rinascimentali ad una raffinatissima rivisitazione polifonica a cappella di “Volare” di Domenico Modugno. Tutto però viene proposto con la stessa impeccabile eleganza, con una sorprendente pulizia e morbidezza nell’emissione, un amalgama timbrico lavorato con la cura con cui si prepara un dolce di alta cucina......... l’arte dei King’s Singers è a tal punto raffinata da far apparire naturale ciò che invece è frutto di lungo studio.........sono giovani , ma sono musicisti consumati, misurati nell’espressione come dei gentiluomini del XVI secolo, capaci di levigare ogni frase ed ogni nota come se fossero oro e argento......

Una serata da ricordare.   Luca Segalla                                                                            continua



L’Arena 23.10.2016

Teatro Filarmonico di Verona 

King’s Singers, viaggio nel tempo

Un concerto memorabile quello dei King’s Singers al Filarmonico. È stato un vero trionfo per il famoso sestetto vocale britannico, campione mondiale nel genere a cappella, che ha entusiasmato il pubblico con un viaggio nel tempo, tra diversi stili musicali, dal Rinascimento al pop.....   Marco Scipolo                                                   continua   


                                                                                   

La Nuova Venezia 19.10.2016

Scuola Grande di San Rocco

Società veneziana concerti, in 500 alla festa

.......A San Rocco una serata caratterizzata da interpretazioni coinvolgenti e geniali (madrigali rinascimentali, Penny Lane dei Beatles, Night and Day di Cole Porter) e dagli applausi scroscianti e interminabili per il famoosos sestetto imnglese “ The King’s Singers”................... Nadia De Lazzari


L’Arena.it - 16.11.2014

I sei King’s Singers, la semplicità della perfezione

Il gruppo vocale britannico sa coinvolgere e diverte il pubblico.

Travolgente finale : quattro canzoni americane fuori programma e standing ovation

VERONA - Teatro Ristori esaurito per il sestetto vocale britannico dei King’s Singers, ospiti a Verona ..................degli Amici della Musica. E il calore col quale sono stati accolti i famosi musicisti inglesi è stato formidabile già prima che emettessero un suono per rasentare, verso la fine, quasi il tifo da stadio..............Chiara Zocca              continua                            


Festival di Cremona  - King’s Singers perfezione di voci

La Provincia 12.05.2011: ...una fusione di voci davvero straordinaria, attacchi pennellati e cadenze morbide come un soffio , per non parlare di una intonazione che rasenta la perfezione. Grandi applausi -tutti meritati- per l’ensemble inglese.    Roberto Codazzi                                                                                                               continua


www.kingssingers.com

The King’s Singers

Patrick Dunachie - countertenor

Tim Wayne-Wright – Controtenore

Julian Gregory  - Tenore

Christopher Bruerton  - Baritono

Christopher Gabbitas - Baritono

Jonathan  Howard – Basso