oria milano


Thomas Zehetmair  violinista

 

Thomas Zehetmair è uno dei più importanti violinisti della sua generazione, come riconosciuto anche dalla critica specializzata, ed ha un’importante carriera internazionale come solista, come direttore d’orchestra e come camerista.

E' il Direttore Musicale della Northern Sinfonia in Inghilterra, orhestra che lascerà nel giugno 2014 dopo 12 di lavoro comune. E' Artistic Partner della statunitense  St. Paul Chamber Orchestra e dalla scorsa stagione è Direttore Principale e Consigliere Musicale dell'Orchestre de Chambre de Paris (già Ensemble Orchestral de Paris).

Le tournées con la Northern Sinfonia lo hanno portato all'Hong Kong Festival, in Olanda, Scandinavia e Germania. Thomas Zehetmair e la Northern Sinfonia hanno inciso insieme per  Avie Records: il Concerto per Violino di Brahms e la Sinfonia no.4 di Schumann con Zehetmair nella doppia veste di solista e direttore , un disco delle Sinfonie no. 3 e 6 di Sibelius , il  Concerto per Violino di Stravinsky  in re maggiore, un CD con la Sinfonia no.6 di Schubert e la no.1 di Gál, e più recentemente la Sinfonia no.9 di  Beethoven e la Sinfonia no.2 di Gal. Inoltre per la casa NMC hanno inciso un CD intitolato ‘ Britten Sconosciuto’ con Sandrine Piau.


Thomas Zehetmair ha registrato quasi tutto il repertorio violinistico su cd pluripremiati . Le sue incisioni più recenti sono : “Canto di speranza” di B. A. Zimmermann con la  WDR Symphony Orchestra diretta da Heinz Holliger (“Diapason d’Or de l’Année”) , i 24 Capricci di Paganini ( lista d'onore del Premio della Critica Tedesca, Premio Midem Classic 2010) , il Concerto per Violino di Elgar con la Hallé Orchestra e Mark Elder (Gramophone Award 2010) e i Concerti per Violino di  Mozart con l' Orchestra of the Eighteenth Century e Frans Brüggen,

che sono un'incisione di riferimento .

Nel 2011, ECM ha pubblicato “Manto and Madrigal” in cui Thomas Zehetmair e la violista Ruth Killius esplorano il repertorio moderno e contemporaneo per violino e viola.


Thomas Zehetmair ha diretto l'Orchestra Nazionale Ungherese, l'Orchestra Filarmonica Nazionale di Varsavia, la Hallé Orchestra di Manchester, la Camerata Salzburg, la Rotterdam Philharmonic, la Finnish Radio Symphony Orchestra, la Bayerischer Rundfunk Symphony Orchestra di Monaco di Baviera, la Konzerthausorchester di Berlino e l'Orchestre National de Lyon,ecc.


La stagione 2012/13 lo ha visto dirigere concerti con la Netherlands Symphony Orchestra, l'Orchestra da Camera di Losanna , l'Orchestra da Camera della Radio Olandese, la Tonkünstler Orchestra di Vienna e la Sinfonica di Bamberg.



Come violinista Thomas Zehetmair ha suonato nei maggiori centri europei , tra cui il Festival di Salisburgo, dove ha tenuto a battesimo la prima mondiale del ‘Doppio Concerto per violino & viola' di Heinz Holliger,ha suonato con la Filarmonica di Vienna , in recital e con il suo  Zehetmair Quartet.


Nel 2005 Thomas ha ricevuto il Premio della Critica Discografica Tedesca per la sua versatile attività come solista camerista e direttore . Nel 2007 ha ricevuto il Premio "Karl-Böhm” durante una cerimonia al castello di Graz , in cui la “laudatio” è stata tenuta da Heinz Holliger. E’ stato insignito di un dottorato honoris causa dalla Accademia Musicale Franz Liszt di Weimar e dall'Università di Newcastle in GranBretagna.


In Italia Thomas Zehetmair suona regolarmente dal 1981 e si è esibito più volte con orchestra e in recital per tutte le più importanti istituzioni musicali. Negli ultimi anni ha anche diretto l’Orchestra della Toscana e l’Orchestra di Padova e del Veneto, con cui si è contemporaneamente esibito anche come solista.



Northern Sinfonia/Zehetmair  Alfred Hickling The Guardian 9 November 2010

Thomas Zehetmair is a scintillating violinist and an inspired conductor, and is never more compelling than when doing both at the same time. On perhaps three occasions during a sublime account of Mendelssohn's Violin Concerto did he feel the need to spin round and use his bow as a baton. The rest of the time, he closed his eyes and conducted with his shoulders, or possibly by telepathy, so intuitive has his relationship with this ensemble become.


On the recording "Unknown Britten" (NMC Recordings 2009)

"All the performances are superb. [...] And throughout, Thomas Zehetmair elicits razor-sharp, sensitively shaped playing from the Northern Sinfonia. In short, this is one of the most important Britten recordings in many a year."

Gramophone Magazine, Editor's Choice: Awards Issue 2009


Salzburger Nachrichten -  Aug.31st,2009:

"Thomas Zehetmair's packed-in listeners were motionless due to the uncommonly stupendous technique, control of the material, refined sound, open virtuosity, vivid brilliance and an almost inexhaustible, extraordinarily promising abundance of attitude and tonal quality in his playing... A memorable evening".


Thomas Zehetmair nella doppia veste di solista e direttore

L'incisione del Concerto per Violino di Brahms e delle Sinfonia no.4 di Schumann (nella versione originale del 1841)- recentemente pubblicata da Avie- è un'altra prova della ottima collaborazione di Thomas Zehetmair con la Northern Sinfonia , di cui è direttore principale dalla stagione 2002/03


"Zehetmair's daring success" di Erik Levi in: BBC Music Magazine- Luglio 2007- Disco del Mese

"Mutual trust is absolutely necessary as well as enough rehearsal time. The goal is more freedom and a very direct contact between soloist and orchestra."
"(...) The interpretation achieves a level of intimacy between soloist and orchestra that is almost unrivalled elsewhere(...)."
"(...) In the ensuing Adagio Zehetmair establishes a wonderfully fluid tempo that allows the phrases sufficient space to breathe yet maintains a real sense of creative dialogue between the violin and the solo wind instruments (...)."